HipHopMN

Intervista a Comagatte by HipHopMN

Intervista a Comagatte by HipHopMN

comagatte

1) Bella per Comagatte e benvenuta su HipHopMN. La prima domanda viene quasi naturale: com’è per una femcee approcciarsi in un mondo prevalentemente maschile come quello dell’hip hop?

Ciao scusa l’attesa. Il mondo dell’hiphop è formato da persone no da differenze sessuali, sopratutto nella mia disciplina ciò che conta è la parola non il sesso. E’ vero che se dobbiamo mettere i puntini sulle I, nell’ambiente sono molto di più i maschietti, a volte molto più cagne di me :)

2) Recentemente hai fatto uscire dei singoli come “Stronza” e “M con la mano” che hanno spopolato tra il pubblico, ti aspettavi questo successo?

Stronza e sopratutto M con la mano hanno riscosso parecchio successo virtuale e non. Non ho fatto disco d’oro ehehe ma, si me lo aspettavo, mi sarei indispettita se fosse stato il contrario, alla fine faccio musica con criterio…mi piace coinvolgere.

3) Hai inoltre partecipato a diversi festival in Francia, rappresentando degnamente la nostra nazione: com’è stato? Ti va di raccontarci l’esperienza?

Sono andata in Francia tre volte e tutte le tre volte ho imparato tantissime cose, come il rispetto per una lingua diversa. In Francia supportano e ballano a prescindere, non faccio in tempo a salire sul palco che già urlano, come se fossi una star, molti mi hanno detto che l’attitudine e la mimica facciale sono la mia lingua universale.

4) Quali sono le femcee che più rispetti e quali quelle che ti hanno ispirato maggiormente?

In Italia Carrie D, Sab Sista, Mama Marjas, Miss Fritty, Martistone.
In generale nel mondo Hip Hop BAHAMADIA è stata la mia queen.
Riguardo le nuove leve Reverie, Young M.A e Lady lashurr sono fantastiche.

5) Progetti futuri? Stai lavorando ad un nuovo disco? Qualche piccola anticipazione?

Il mio disco sarà fuori a breve, all’interno pochi ma buoni colleghi. Si chiama Serena Variabile.

6) Tu sei di Molfetta, città di nascita anche di Caparezza, è stato difficile affermarti in una realtà così piccola?

A Molfetta mi fermano e addirittura mi seguono per delle foto, passo poco tempo nella mia città ma il mio ritorno è sempre gradito. Amo i molfettesi, alcuni in M con la mano hanno “discriminato” (?) le comparse perchè non si sono sentiti rappresentati o per l’immagine di massa troppo greve, la mia risposta è che io non posso rappresentare gente che non vivo.

7) Cosa ne pensi della vecchia e nuova scuola pugliese? Secondo te quali sono i principali esponenti di entrambe?

Mi piacerebbe parlare della vecchia e nuova scuola ITALIANA, però se personalmente devo esprimermi, vecchia e nuova scuola in Puglia ha il nome di Walino.

8) L’intervista è finita, fai un saluto ai nostri lettori.

Ciao Wildiii stayyy waaaaaaaaa!

Contatti: pagina Facebook

Intervista a cura di Mauro “Mas” Baldini




Condividi con:

FacebookTwitterGoogleTumblrPinterest

Scrivi un Commento