HipHopMN

Jedi Master Danno Birthday Party | 27 ottobre 16

Jedi Master Danno Birthday Party | 27 ottobre 16

Danno

Ciao a tutti, eccomi qui con una nuova puntata della rubrica Life In Live.

Siamo giunti alla 14esima, vi ho raccontato quindi tanti concerti, ma questo è “speciale”, in primis perché si è svolto a Roma e in secondo luogo perché ho assistito alla reazione del pubblico davanti ai rappers “di casa”.

Sto parlando del Jedi Master Danno Birthday Party, tenutosi al Brancaleone (storico centro sociale in Via Levanna) giovedì 27 ottobre 2016.
Ogni giovedì dalle 22:30 in poi, come molti di voi sapranno, si tiene su Radio Popolare Roma “Welcome 2 The Jungle”, il programma condotto da Danno, CannasUomo e DJ Ceffo (QUI la nostra intervista ai tre). Ogni anno Danno festeggia in radio il suo compleanno e quest’anno per pura coincidenza è caduto proprio di giovedì.

Jedi Master Danno

E’ la mia quinta volta a Roma e la quarta a W2TJ, questa volta però, a differenza delle altre, la serata si terrà nella “Morte Nera”, il locale più grande del Brancaleone.

Arrivo in città nel primo pomeriggio, mi sistemo in hotel e torno subito a Termini per cambiare la linea della metro e andare al Graff Dream. Breve occhiata al negozio, qualche monumento e torno in hotel per riposare (ieri ero al live di Tormento e ho preso Italo con sole due ore di sonno).
Sulla via del ritorno c’è la stazione Nomentana, quindi breve tappa per vedere il graffito dedicato a Primo (RIP).

PRIMO

Alle 22:20, arrivo a W2TJ e al contrario delle mie aspettative trovo già un po’ di gente fuori che aspetta. Il compleanno di Danno è veramente sentito qui, tutti gli altri anni in occasione di normalissime puntate il Brancaleone iniziava a riempirsi solo dopo le 23.
Dieci minuti dopo sono già dentro e Dj Ceffo è ai piatti. Ingresso 4 euro.

Dj Ceffo

Parte quindi la sigla di inizio programma, Danno e Cannas introducono la serata.

Ceffo continua con la sua selecta e tra gli altri passa l’immancabile Sean Price.
Arriva l’ora del disco Jedi Master Danno, del disco Cannas e del Ceffo Time. Cannas oggi ha portato un pezzo di Ol’ Dirty Bastard.

Si sono fatte le 23 e prima di passare un pezzo di Masta Ace Danno annuncia che stanno cercando di organizzare un live dell’americano qui a Roma prossimamente. Tenetevi pronti.

Continua il dj set fino alle 23:20, quando Danno decide che è tempo di fare gli onori di casa e aprire le danze, per ora solo in senso figurato.
Esegue quindi “Vita” ma su una base diversa. Lo seguono poi Simo GDB, Cannas e Supremo73.

Prosegue in seguito con del sano freestyle.

Ora tocca a Dj Serio con la Urban Force Crew. Il locale è pieno eppure in qualche modo si riesce a creare lo spazio necessario ai bboys. Il pubblico è infottato al punto giusto, tutti si divertono e ballano e si è creata proprio l’atmosfera che Danno ha descritto a inizio puntata: una festa hip hop.

Verso mezzanotte la serata continua con il cypha, si alternano tra gli altri: Er Drago (giovane rapper e freestyler che sta ricevendo parecchi apprezzamenti dalla scena romana) e Supremo73 (fuori con “Percorsi EP”, check it).
Alle 00:15 Dj Baro e Dj Stile si mettono ai piatti. Nel video purtroppo ho ripreso solo una piccola parte dei loro scambi. Semplicemente eccezionali. Sanno come far divertire il pubblico senza bisogno di un rapper al microfono.

Dopo di loro la consolle viene lasciata a Ice One e Danno esegue live “Strozzapreti alla romana”. La risposta del pubblico ogni volta che qualche romano, Danno in particolare, prende il mic è qualcosa d’incredibile. Chiaramente giocano in casa, ma sono stata a sentire altri artisti nella loro provincia e non c’era questa bella situazione. Roma è Roma, la gente qui è così, c’è poco da fare.

Ai giradischi ancora Ice One, ma al microfono ora tocca ai ragazzi di Do Your Thang (etichetta/collettivo romano) seguiti da Francesco Paura.

Si è fatta l’una di notte quando Don Diegoh fa “Para Siempre”, traccia estratta da “Latte & Sangue”, poi passa il mic a Rancore che a sua volta lo passa a Danno. Quest’ultimo esegue la sua strofa contenuta in “Sporco”, pezzo presente nel nuovo album del Turco.

Nei minuti successivi continua il cypha con Danno, Gast, Amir e Francesco Paura; ora ai piatti troviamo Craim.
Danno canta “Sergio Leone” e Kaos, come durante i live Good Old Boys, gli si accoda. Passano poi a “La Fenice” e “Firewire”. Per quest’ultima Kaos, data l’occasione, permette a Danno di fare il ritornello iniziale.

Il cypher ora continua sul beatbox di Alien Dee. Non a caso viene chiamato “The humanoid beatbox musician”: l’ho visto esibirsi parecchie volte negli ultimi anni e ogni volta mi stupisco della sua bravura.

Torna Dj Craim ai piatti per il suo dj set. Sono le 02:00 e qualcuno inizia ad andare via, del resto domani è venerdì e quindi qualcuno andrà a scuola e qualcun altro al lavoro.

Ora si esibisce Cannas con la sua nuova “80 Voja”, un remake, prodotto dalle sapienti mani di Dj Stile, di “Me so Horny” dei 2 Live Crew.
Il mic in seguito passa a Sace, il “Giovane e Forte”, che tributa Primo con “Resisti”. Il pubblico, nonostante canti e gridi da ore, si fa sentire molto forte. La strofa del primero non viene tagliata, scelta che apprezzo particolarmente…è un po’ come se fosse qui.

Continua quindi il cypha con Alien Dee, Rancore, Lucci (che esegue tra le altre “Non Te Riesce”), Danno, Gast, Keso e Morbo (vincitore del “Tecniche Perfette” del 2015).

Sono le 3 di notte e ora il pubblico è diminuito notevolmente, abbandono la mia amata prima fila per prendere un po’ d’aria.
Torna Ceffo ai piatti, seguito poi da Craim. Il Jedi Master Danno Birthday Party termina con i loro dj set poco prima delle 4.

Dj Craim

Riassumendo: sicuramente una bellissima serata, nonostante tutto non ho sentito la stanchezza e tutti gli artisti hanno dato il meglio di sé stessi. Certamente merito anche dell’ottimo pubblico che supportava in modo deciso e costante. Fino a notte inoltrata il locale era così pieno da faticare a muoversi.
Danno e gli altri li avevo già visti dalle mie parti parecchie volte, ma vederli a casa loro è stato diverso, ero già stata a W2TJ ma passare dal ricordo della sala piccola semi vuota a vedere la sala grande colma di gente mi ha fatto un bell’effetto.
Ho apprezzato particolarmente Dj Craim, Dj Baro, Dj Stile, Dj Serio e la Urban Force. Uno tra i momenti indimenticabili è stato sicuramente quando Sace ha ricordato Primo.

Vi suggerisco, se è nelle vostre possibilità, di andare a seguire W2TJ direttamente dal Brancaleone; non fatevi prendere dalla comodità dello streaming, non ve ne pentirete.

All’entrata della “Morte Nera” si trovava il banchetto di Cuns con i suoi vinili in vendita, tra i quali il nuovo con Conway, all’interno del quale troverete i due inediti “TORCH” e “TILL I GO…”, uscito per la nuova etichetta Tuff Kong. A fianco c’erano le magliette della serata.

Saluto e ringrazio Danno, CannasUomo, Dj Ceffo, Ice One, Don Diegoh, Dj Craim, Mr Phil, Sace, Dj Fastcut e Sgravo. Chiedo perdono fin da ora se ho dimenticato l’esibizione di qualcuno.

Al prossimo live!

Laura Since




Condividi con:

FacebookTwitterGoogleTumblrPinterest

Scrivi un Commento